2222
28 Luglio 2008

Rai, Pannella occupa la vigilanza “Qui finché non si elegge il presidente”

Autore: Mauro Favale
Fonte: La Repubblica

ROMA – Sono arrivati alla spicciolata. A partire
dalle 8.30 di ieri hanno iniziato a “fare visita” a Marco Beltrandi che
già da mercoledì occupava, giorno e notte, le stanze della commissione
di vigilanza Rai a Palazzo San Macuto Don't go download. Poi, gli otto parlamentari
radicali, in testa Emma Bonino e Marco Pannella, a mezzogiorno hanno
diffuso un comunicato per dire che si univano al compagno di partito
per «interrompere la vera e propria flagranza nella quale il Parlamento
si trova contro i suoi obblighi costituzionali per la mancata
costituzione della Commissione di vigilanza» 독전 벨소리 다운로드.

A quel punto i commessi
di Palazzo San Macuto hanno chiuso il portone e loro sono rimasti
dentro. Si affacciano ogni tanto per salutare telecamere e giornalisti
dalle quattro finestre che danno sulla stretta via del Seminario dock 다운로드.
Rispondono al telefono, inviano mail. Marco Pannella, per oltre due
ore, da lì ha tenuto la sua consueta conversazione con Radio Radicale 레지던트 이블 6 다운로드.
«Occuperemo finché non ci sarà la garanzia che la commissione si
riunirà per eleggere il suo presidente», dice Emma Bonino. Un
presidente che manca da tre mesi health hand-loss pressure. Anche l´ultima riunione, giovedì, è
finita in un nulla di fatto, con il Pdl che ha fatto mancare il numero
legale. Non è gradito il nome di Leoluca Orlando, Idv, candidato
dell´opposizione (a cui spetta la presidenza) 안드로이드 한국어 다운로드. E lo stallo si riflette
anche sulla Rai perché è la vigilanza a dover nominare il nuovo Cda.

«Una
buffonata estiva», commenta Luigi Grillo, Pdl p cad 2006. «Una sceneggiata che non
serve a nulla: la candidatura di Orlando è inaccettabile», afferma
Giorgio Lainati, membro della commissione di Vigilanza per il Pdl Download the containor. Ma è
proprio questo veto ad essere contestato dall´opposizione:
«Inaccettabile è la pretesa della maggioranza di imporre un presidente
di suo gradimento», risponde Arturo Parisi, che si ritiene “occupante”
pur se assente 8 of Show Me the Money. «Chiedo al mio partito di far sentire con più
convinzione la propria voce a sostegno di Orlando». Dal Pd arriva anche
la solidarietà di Giovanna Melandri, Pierluigi Bersani e Gianni Cuperlo
(«sacrosanta la loro iniziativa») 뉴스 동영상 다운로드. Per Roberto Rao, Udc, gli occupanti
«segnalano un problema reale, seppur con un modo poco ortodosso».
L

´unico del governo ad aprire alla battaglia radicale è Gianfranco
Rotondi, nuova Dc, ministro per l´attuazione del programma: «È
paradossale lo stallo in Vigilanza. L´iniziativa va perorata». Domani e
giovedì due nuove convocazioni per la commissione ma la situazione pare
comunque bloccata. Orlando, per ora, resta l´unico candidato.
Nonostante i rapporti tra Pd e il partito di Di Pietro si siano molto
deteriorati. L´Udc sta a guardare, ferma agli accordi sul candidato
dell´Idv. Uno strappo definitivo nella minoranza, con la presentazione
di un nuovo nome, non è, al momento, all´orizzonte. Dice Paolo
Bonaiuti, portavoce del premier, che «a un accordo si poteva arrivare
in un minuto. Perché la sinistra insiste su Orlando?». Nel frattempo
l´occupazione radicale prosegue senza troppi patemi anche per il cibo:
«Molti di noi sono già in sciopero della fame – spiega al telefono Rita
Bernardini – chi da tre settimane come Pannella chi da 7 giorni. Gli
altri si arrangeranno con le merendine».