2222
27 Giugno 2007

La Forgia: «Sarei favorevole al ticket, ma Letta-Bersani»

Autore: M.La.
Fonte: Europa

Lo ha visto da vicino, Antonio La Forgia. «Negli anni del Pds di Occhetto e subito dopo la sua caduta, sì, Veltroni lo ricordo come un innovatore» window stoop. La cifra di Veltroni è quella? Sicuramente ha mantenuto questo profilo, del resto sta facendo una grossa scommessa di futuro con la scelta della leadership del Partito democratico Demigat download. Apprezzo il fatto che Veltroni, accanto a questo, ha sempre avuto a cuore l’assillo di mantenere l’intero centrosinistra nel campo del governo.

In fondo, quando nei Ds si è cominciato a parlare del tema del Pd lui è stato quello che ha coniato la formula del grande Ulivo 통나무집 다운로드. Stava a significare che non voleva rischiare di perdere elementi. E questo tornerà anche in questa nuova fase. Sta dicendo che il sindaco di Roma sarà capace di riportare nel Pd chi finora ne è fuori 터미네이터 5 다운로드? Mussi, per esempio? Sono assolutamente convinto che il Pd deve avere una vocazione maggioritaria e quindi deve essere fortemente inclusivo. Non so se Veltroni ci riuscirà, ma so che ci proverà Microsoft office 2016 Hangul download. Perché anche lui pensa che sia non solo possibile ma necessario coniugare radicalità e riformismo. Due termini che non sono in contraddizione.

La mia storia di sinistra mi porta a rifiutare di considerare antagonisti i due termini Rip Van Winkle's Bride. Critiche a Veltroni? Mah, due rimproveri per – chiamiamoli così – due appuntamenti mancati. Il primo, nel ’98 quando ci fu la crisi del governo Prodi-Veltroni: mi sarebbe piaciuta da lui una posizione più rigorosa nel contrastare quella rottura e la messa fra parentesi dell’Ulivo Download the creek. Secondo episodio? Al congresso di Torino, quello di I care: avrei voluto che lui rispondesse alla proposta provocatoria di Parisi con una risposta più coraggiosa 아웃룩 2010 무료 다운로드. Il famoso «scioglietevi»… A parte che non era formulata in quei termini, Veltroni avrebbe potuto cogliere la sollecitazione relativa alla trasformazione del sistema politico 제주고딕 폰트 다운로드.

Veniamo all’’oggi. Brutalmente: Prodi deve temere? Indubbiamente siamo a un passaggio di fase. In qualche modo c’è un doppia scommessa sul futuro… Cioè si sta eleggendo Veltroni prossimo candidato premier os x lion? …nel senso che si può giungere all’auspicata identità fra leadership e premiership. Detto questo, mi aspetto che Veltroni scommetta sul Pd come soggetto di potenziamento del governo, altrimento segherebbe il ramo su cui è seduto. La candidatura del sindaco di Roma è venuta avanti in modo un po’ caotico. Si era deciso che bisognava eleggere uno speaker, un segretario di transizione. Poi cos’è successo? Non lo so, mi auguro che si sia voluta mettere nelle mani dei nostri aderenti una decisione che fosse la più forte possibile.

Che primarie saranno, con Veltroni? Io spero che siano primarie vere. Che non si sterilizzi il potere decisionale dei partecipanti al voto del 14 ottobre. E spero che proprio da Veltroni a Torino parta l’invito a candidarsi a quanti non condividono la piattaforma che lui delineerà. Si partirebbe col piede giusto, e la sua stessa leadership uscirebbe rafforzata. Più candidati. Lo dicono tutti ma nessuno è finora sceso in campo. Io comunque difendo Arturo (Parisi-ndr) che ha detto: se non c’è nessuno sono costretto a candidarmi. Enrico Letta è un candidato possibile? Da solo no. Un ticket, va di moda. Il metodo del ticket Veltroni-Franceschini non mi convince. È venuto fuori così da sembrare un vertice diarchico. Un Letta-Bersani invece? Non mi dispiacerebbe affatto.