2222
17 Agosto 2005

Spinelli: «Caro Senatore, nessuna categoria può considerarsi esonerata dal vaglio»

Autore: Barbara Spinelli
Fonte: La Stampa

Ringrazio il senatore Debenedetti per l’occasione che mi dà di esser più chiara. Tenterò di rispondere per punti: 1) La questione centrale del mio articolo non riguarda speciali ammanchi dei Ds, ma il diritto che ciascuno ha di interrogarli come si fa con altri partiti 레포데 다운로드. In una serie di dichiarazioni, i dirigenti ds hanno affermato con solennità che il loro partito, per la storia che ha e per come in passato si è comportato, «non ha lezioni da ricevere» da chicchessia 사용 매뉴얼 다운로드. Quasi che il marchio del partito-collettivo ponesse ogni suo adepto al riparo dall’umana fallibilità. È questo che contesto: l’esenzione dall’obbligo di rispondere di quel che si fa e si dice, che gli eredi di Berlinguer avrebbero a differenza di altri 우정파크 다운로드. A quest’esenzione nessuno ha diritto: né per quello che è, né per quello che in passato ha fatto (per esempio su Cirio e Parmalat). 2) Ho posto alcune domande sotto forma di supposizioni (sembra che…) perché le intercettazioni fanno supporre che esista un intreccio che i Ds hanno sottovalutato, fra i protagonisti (Fiorani, Gnutti, Consorte) di due scalate non paragonabili, ma ambedue di dubbia natura Sound Forge. In particolare, mi ha colpito quel che D’Alema dice di Gnutti: «E che cos’ha che non va Gnutti? È socio anche di Olimpia (la finanziaria che controlla Telecom Italia, ndr) e nessuno ha mai detto niente» (Sole-24 Ore, 5 agosto) 70년대 음악. Il fatto che pochi ricordino che nel giugno 2002 Gnutti è stato condannato per insider trading dal tribunale di Brescia non dovrebbe consentire a D’Alema di nascondere chi è la persona che per due volte ha appoggiato: nella scalata a Telecom e in quella odierna a Bnl microsoft fix it 다운로드. 3) Quando dico che per il cittadino comune «non c’è poi molta differenza tra un governante che difende le proprie aziende (Berlusconi), e un governante in pectore che difende le sue», so di semplificare 삼성전자 멤버십 다운로드. So bene la differenza tra i ds e un premier-imprenditore che è proprietario di tutte le televisioni private oltre che, politicamente, di quelle pubbliche 아이폰 영상 다운로드. Ma il senatore Debenedetti penso che condivida la mia preoccupazione: che l’elettorato veda non la differenza, ma una più vasta commistione tra politica e affari 영화 패밀리 맨 다운로드. Come scrive Sylos Labini, «quelle scalate sono deleterie per l’immagine dei Ds». I Ds hanno tutto il diritto di voler essere diversi (forse sarebbe meglio dire: eccellenti), e non è questa volontà che io critico, anzi 워크래프트3 무료 다운로드. Ma una cosa è voler essere eccellenti, altra è pretendersi antropologicamente diversi. Nel primo caso si accetta il vaglio e si cerca di uscirne sempre indenni.


Nel secondo caso ci si considera, appunto, esonerati dal vaglio. 4) Concordo completamente su un punto. A tale vaglio, devono essere soggette anche altre componenti della classe dirigente (giornalisti, magistrati). Lo ho detto a chiare lettere nel mio primo articolo sulla questione morale (7 agosto). Ed è il motivo per cui tanto insisto sull’importanza che a tutti i livelli tornino a funzionare in Italia gli anticorpi contro condotte scorrette o corrotte.